:: NEWS :: NOTICIAS Y ACTUALIDAD

:: EVENTOS :: ROBERTA en los cursos UAM Lerma 2020

Durante esta contingencia no te quedes sin aprender, sólo #QuédateEncasa.

Sigue las clases y cursos que UAM Lerma ha preparado para ti. La Universidad Autónoma Metropolitana Unidad Lerma, perteneciente a la UAM (Universidad Autónoma Metropolitana), está situada en Lerma de Villada, en el Estado de México. Con una oferta académica de 9 licenciaturas y un sistema educativo innovador, procura la formación de profesionales, especialistas e investigadores con una sólida base científica, humanística y técnica; una actitud crítica y un claro compromiso social que contribuyan a resolver los problemas nacionales.

La División de Ciencias Sociales, Humanidades y Arte, invita al Primer Ciclo de Video Conferencias Magistrales #UAMLERMAENCASA 2020.

 

Lunes 27 de Abril con Roberta Bosco

Nuevas estrategias para la exposición del Arte Digital

URL Seminario Web Roberta Bosco: https://us02web.zoom.us/j/88127627184

 

Más info ☞: Programa Completo


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Un milione a Miró per il compleanno del mecenate
Barcellona. La Fundació Miró chiude un anno segnato dalle difficoltà economiche (che ha raggiunto il suo momento più critico con il discusso licenziamento di sette dipendenti) con un’inaspettata e straordinaria donazione. L’impresario farmaceutico, collezionista e filantropo Antoni Vila Casas ha festeggiato il suo 89mo compleanno con un regalo alla Fondazione del suo artista preferito: un milione di euro che verserà in quote di 100mila euro all’anno, da qui al 2030.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Il turismo mistico
Barcellona. Non è una novità che la Chiesa sfrutti il potenziale turistico del suo patrimonio e a maggior ragione in una città come Barcellona che continua a battere record di visitatori: da gennaio ad agosto 2019 ha ricevuto 8 milioni di turisti (22 milioni di pernottamenti), il 6% in più rispetto al 2018.
3D nel Monastero di Pedralbes
Barcellona. S’intitola «Dietro le mura del monastero. Settecento anni di una storia tutta al femminile», la nuova esposizione permanente che racconta la storia del Monastero di Pedralbes, dalle sue origini ad oggi.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

30 anni in 30 opere (Gennaio 2020)
Santiago de Compostela (Spagna). Il Centro Galego de Arte Contemporánea (Cgac) ripercorre trent’anni di carriera di Pedro Cabrita Reis (Lisbona, 1956) in una mostra, curata da Susana González e dal direttore del centro Santiago Olmo, che riunisce le sue serie più rappresentative. La rassegna, aperta fino al 2 febbraio, si articola in una trentina di opere dieci delle quali sono state realizzate specificamente per l’occasione e due interventi site-specific all’esterno dell’edificio disegnato da Alvaro Siza.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: EL PAÍS ::

Muere Antonio Franco, director del MEIAC de Badajoz (27/01/2020)
Antonio Franco (Badajoz, 1955), director del Museo Extremeño e Iberoamericano de Arte Contemporáneo (MEIAC) de Badajoz desde su apertura en 1995, murió este domingo tras una enfermedad tan rápida como letal. Historiador y crítico, se formó en arte antiguo, aunque se distinguió por su compromiso con el arte contemporáneo y las nuevas expresiones creativas surgidas del encuentro entre las artes plásticas y visuales, la ciencia y las nuevas tecnologías de la comunicación.


 

:: EL PAÍS ::

Gonzalo Elvira, el artista que hace aflorar las historias ocultas (26/01/2020)
Gonzalo Elvira (Patagonia, 1971) es hijo del célebre psicoanalista argentino Oscar Alfredo Elvira, una circunstancia que quizás haya influido en su forma de ver el mundo y en su capacidad de hacer aflorar historias tangenciales, a veces ocultas otras olvidadas. Nacido en el sur del mundo, pero afincado en Barcelona desde hace 20 años, Elvira se ha dado a conocer por sus series de dibujos, fascinantes y minuciosos, realizados sobre soportes insólitos, a menudo mapas geográficos, que añaden capas de interpretación a la historia.


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Quattro gatti modernisti (Gennaio 2020)
Barcellona. Antoni Gaudí detestava essere fotografato, per questo le sue immagini sono così rare. Non stupisce quindi l’interesse suscitato da due ritratti inediti dell’architetto: un acquarello che lo raffigura intento a progettare e un carboncino in cui lo si vede moribondo dopo essere stato investito da un tram il 7 giugno 1926. Entrambi sono di Ricard Opisso (nella foto, un autoritratto), tra i principali disegnatori del Modernismo, e figurano nella mostra «Barcellona e Els Quatre Gats», che fino al 28 febbraio ricrea nella Galeria Gothsland la mitica caffetteria dove si riunivano gli artisti modernisti.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: EL PAÍS ::

Un experimento visual sobre el ‘procés’ inaugura el Xcèntric (17/01/2020)
¿Cómo se relata a través de una película un acontecimiento que está teniendo lugar? ¿Cómo se puede hacer una película sobre el procés en pleno proceso, valga la redundancia, del mismo? Intenta responder a estas preguntas el cineasta francés Érik Bullot, figura clave del cine experimental y de vanguardia, con Octubre en Barcelona, un experimento cinematográfico sobre el procés, que tiene su origen en un taller impartido en octubre 2019 en el CCCB.


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Il Macba cresce: nel 2022 una nuova ala (Gennaio 2020)
Barcellona. I politici hanno finalmente messo un punto finale alla disputa tra salute e cultura che da mesi occupa le pagine dei giornali e i dibattiti radiofonici (la tv preferisce occuparsi di gossip). La Cappella della Misericordia, in un primo momento assegnata al Museu d’Art Contemporani de Barcelona (Macba), accoglierà il nuovo centro sanitario del quartiere, mentre il museo si estenderà in una nuova costruzione di tre piani e 2.800 metri quadrati.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: EVENTOS :: ROBERTA en el jurado del SHARE FESTIVAL 2020

Muy muy contenta de formar parte del jurado del XIII Share Prize, en la 15ª edición del Share Festival de Turín ❣️😎
Quizás el festival de artes digitales más pionero e importante de Italia 😃😃

Hay tiempo hasta el 4 de FEBRERO para presentarse !!!

(jajaja jajaj parece que estoy tocando el chelo pero es un brazo de Maquina Stella de Marcela Armas😍)


 

:: EL PAÍS ::

Miralda y Muntadas, arte entre viñedos del Penedès (10/01/2020)
Antoni Miralda y Antoni Muntadas comparten el nombre, el año de nacimiento (1942) y una gran amistad. Ambos han sido distinguidos con el Premio Velázquez (Muntadas, en 2009 y Miralda, en 2018) y se cuentan entre los artistas más relevantes y prestigiosos de la segunda mitad del siglo XX; pero las analogías terminan aquí.


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Il fascino degli abissi (Gennaio 2020)
Barcellona (Spagna). Una delle superstizioni del mondo marino attribuisce sciagura a chi imbarca una donna, ma è meno noto che anche i preti e i conigli sono banditi dalle navi per la loro relazione con la fertilità, capace di causare caos nell’universo chiuso della barca. E altrettanto estesa è la lista delle contromisure da adottare. Questo e molto altro racconta la mostra «Canti delle sirene. Fascinazione e abissi», che fino al 16 maggio riunisce sotto le volte gotiche del Museu Marítim miti e leggende intorno al mondo marino.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.404, Gennaio 2020)


 

:: EL PAÍS ::

Muere Joan de Muga, galerista y “promotor visual” (2/01/2020)
“Ante todo un amigo, apasionado y comprometido, entusiasta y discreto”; así define el mundo del arte Joan de Muga (1946), director de la mítica galería Joan Prats y Ediciones Polígrafa, fallecido ayer a los 73 años a causa de un tumor diagnosticado en verano. Pese a que la enfermedad le obligó a retirarse de la primera línea, siguió participando en las inauguraciones de la galería y los grandes eventos señalados hasta el final.


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Mapfre si dà alla fotografia
Barcellona (Spagna). Negli ultimi quattro anni, da quando si era stabilita nella modernista Casa Garriga Nogués, la Fundación Mapfre (acronimo di Mutua de Accidentes de Trabajo de la Agrupación de Propietarios de Fincas Rústicas de España, multinazionale nel settore assicurativo, Ndr) con il suo programma di grandi mostre di pittura era diventata un punto forte dell’offerta espositiva della capitale catalana. Ora ha sorpreso tutti annunciando che cambierà sede e obiettivi.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Arisgota visigota
Orgaz (Spagna). Arisgota ha 58 abitanti ed è una frazione di Orgaz, un paesino della provincia di Toledo, che ne vanta invece 2.600. Insieme e con l’aiuto della società di archeologia Audema, che è riuscita a creare una straordinaria rete di solidarietà scientifica, sono riusciti a riportare alla luce uno dei più importanti insediamenti visigoti di Spagna: una città costruita tra il VI e il VII secolo.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Foster bilbaìno
Bilbao (Spagna). Il progetto «Agravitas» di Norman Foster (nella foto) ha vinto il concorso per l’ampliamento del Museo de Bellas Artes diretto da Manuel Zugaza, ritornato alla sua città d’origine dopo 15 anni alla guida del Museo del Prado. Della costruzione dell’edificio, una struttura leggera e futuristica, si occuperà Luis María Uriarte.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Un Prado digitale cioè più comprensibile
Madrid. I musei sembrano rendersi sempre più conto delle potenzialità che le tecnologie offrono per la comprensione delle opere, ma anche per attirare l’attenzione di nuovi pubblici. Il Museo del Prado, già vincitore di due Webby Award al migliore sito internet di un’istituzione culturale, ha introdotto un’applicazione d’intelligenza artificiale che dota le sue collezioni di un dispositivo di lettura aumentata in grado di fornire un quadro storico e culturale alle opere e agli autori, dal XII al XIX secolo, espandendo le informazioni ad altri campi.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Le nuove sale del Reina Sofía
Madrid. Il Museo Reina Sofía ha recuperato un progetto del 2009 a cui aveva dovuto rinunciare in seguito alla crisi economica: prima della fine del 2021 aprirà 22 nuove sale espositive che destinerà alle opere più recenti della collezione e all’architettura dall’800 ai giorni nostri. I lavori, che inizieranno a febbraio, interesseranno l’accesso all’Edificio Nouvel e uno spazio di circa 1.200 metri quadrati, ora adibito a magazzini, al pianterreno dell’Edificio Sabatini, la più antica delle costruzioni che formano il museo.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Attenzione, in Spagna il rosmarino costa 5 euro
Granada (Spagna). Da tempo, ormai, chiunque si avvicini all’ingresso dell’Alhambra o percorra il sentiero che circonda il complesso monumentale viene assalito da donne armate di rametti di rosmarino. «Impossibile dribblarle, ti circondano e cercano di regalarti (o almeno così dicono) il rametto. Se non l’accetti arrivano a mettertelo in tasca o, nel mio caso, addirittura nella scollatura», spiega una turista su internet.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Suñol muore e la sua Fundació apre
Barcellona (Spagna). Mancava una settimana all’inaugurazione della nuova sede della Fundació Suñol, quando è arrivata la notizia della scomparsa, a 92 anni, del suo fondatore, l’avvocato, impresario, collezionista e mecenate Josep Suñol. «Abbiamo trasformato il programma inaugurale in un tributo alla sua memoria», spiega Sergi Aguilar, direttore della fondazione e nipote del collezionista.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Arte d’intrattenimento? Ideal!
Barcellona. Volete fare una passeggiata nell’Impressionismo? Penetrare nei sogni di Monet e convertirli in realtà? Basta indossare occhiali per realtà virtuale, isolarsi con delle cuffiette e lasciarsi trascinare nel viaggio che propone «Monet. L’esperienza immersiva» (nelle foto), la mostra inaugurale dell’Ideal. Centre d’Arts Digitals, recentemente aperto a Barcellona.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

L’anfiteatro patisce l’anticatalanismo (Dicembre 2019)
Tarragona (Spagna). Le ripercussioni economiche della grave crisi politica tra la Catalogna e il Governo spagnolo si avvertono sempre di più nel campo della cultura e del patrimonio. È il caso delle gravi condizioni in cui versa l’anfiteatro romano di Tarragona che alla fine dello scorso settembre è stato chiuso al pubblico per motivi di sicurezza.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: EL PAÍS ::

Nación, patriarcado, poder e identidad, según Núria Güell (27/12/2019)
¿Qué es la identidad nacional y cómo se construye? Núria Güell (Vidreres, 1981) entra en un debate candente, que ha lamentado cierta ausencia del mundo de la creación, con dos nuevos proyectos realizados para su exposición individual El mamporrero y otros síntomas, abierta hasta el 9 de febrero en Pou Rodó y Sant Nicolau, dos de las tres sedes del Bòlit, el centro de arte contemporáneo de Girona.


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Spagna record (di artisti incarcerati) (Dicembre 2019)
Barcellona (Spagna). L’organizzazione internazionale Freemuse, con sede in Danimarca, avvisa dell’escalation globale di un nuovo proibizionismo e della persecuzione delle opinioni in tutti i Paesi del mondo, «anche nelle democrazie occidentali». Freemuse, che difende la libertà d’espressione artistica, assicura che la Spagna è uno dei Paesi in cui la repressione degli artisti si è intensificata. Secondo il suo rapporto annuale «con 13 artisti incarcerati la Spagna è in testa alla classifica del 2017, davanti a Cina, Iran, Egitto e Turchia, ed è il terzo Paese con più artisti indagati, dietro soltanto a Egitto ed Etiopia».
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


 

:: IL GIORNALE DELL’ARTE ::

Stile inglese (Dicembre 2019)
Stile inglese (Il Giornale delle Mostre)
La Coruña (Spagna). La foto del 1939 di Pamela Minchin immortalata per «Harper’s Bazaar» mentre salta in costume da bagno sull’isola di Wight, apre la mostra che la Fundación Barrié di La Coruña dedica al fotografo Norman Parkinson (Londra, 1913 – Malesia, 1990), cronista e attore dell’evoluzione della fotografia di moda per più di cinquanta anni, dalla fine degli anni Trenta fino alla sua morte.
(Edizione in PDF de Il Giornale dell’Arte n.403, Dicembre 2019)


archivo